Orari visite fiscali 2018, quali sono?

10 Set Orari visite fiscali 2018, quali sono?

La visita fiscale è una visita medica che viene eseguita al domicilio del dipendente – sia esso pubblico che privato – da un medico che è tenuto a verificare, a nome dell’INPS, lo stato di salute del soggetto al fine di accertarne la malattia che giustifica l’assenza dal lavoro. 

Il medico che effettua questo tipo di visita è in dipendente INPS e viene incaricato proprio da quest’ultima a svolgere l’accertamento.

In sostanza, quando un lavoratore dipendente si ammala, e per questo motivo si assenta dal lavoro, i primi giorni di malattia sono di competenza dell’Istituto di Previdenza Sociale che dovrà farsi carico, al 100% della retribuzione del dipendente. Per questo motivo l’INPS invia un medico per effettuare la visita fiscale e verificare lo stato di salute del lavoratore. 

Il 29 marzo del 2018, sul sito dell’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, è stato diramato un messaggio, il numero 1399, che ha per oggetto l‘aggiornamento e il riepilogo delle direttive riguardanti le visite fiscali.

Con il messaggio pubblicato dall’INPS è stato introdotto il Polo Unico per questa categoria di visite, fornendo così un supporto alle Strutture territoriali che possono lavorare con maggiore efficienza. 

Cosa è cambiato?

Le più importanti novità sono state introdotte dal decreto del Ministero per la semplificazione e la Pubblica Amministrazione, esso infatti ha stabilito le modalità per lo svolgimento delle visite fiscali. Inoltre, il decreto numero 206 emanato ad ottobre 2017 ed entrato in vigore a gennaio 2018, ha definito la fascia oraria di reperibilità per le visite fiscali dei dipendenti pubblici.

Tutte le disposizioni che riguardano il Polo Unico sono valide per:

– i dipendenti che lavorano per lo Stato (Regione, Comune, Provincia, istruzione, etc.);

– i lavoratori impiegati al Prefetto o che adempiono ad una carriera diplomatica (magistrati, avvocati, insegnati, ricercatori, procuratori, etc.);

– i dipendenti che lavorano per le Autorità indipendenti (CONSOB, Banca d’Italia e dipendenti delle università statali).

Le nuove fasce orarie per le visite fiscali

Con la riforma si è voluto uniformare le fasce orarie di reperibilità dei dipendenti statali rispetto a quelli privati.

La necessità di intervenire con un decreto ministeriale è legato all’esigenza di contrastare il fenomeno dell’assenteismo. Grazie agli accertamenti fatti dalle Forze dell’Ordine, infatti, nel corso degli ultimi anni sono stati individuati numerosi dipendenti del settore pubblico, che pur timbrando il cartellino di ingresso e di uscita non erano presenti durante l’orario di lavoro. Il fenomeno, che ha preso il nome di ‘furbetti del cartellino’, è esploso in una bolla mediatica portando sotto la lente di ingrandimento alcune discrepanza tra i trattamenti previsti nel settore privato e quelli invece previsti per i dipendenti pubblici.

Con le novità introdotte a marzo 2018 i controlli, in entrami i settori, sono affidati al Polo Unico INPS.

Grazie a questa riforma, la reperibilità – prevista sia per i dipendenti del settore pubblico che del settore privato – è prevista 7 giorni su 7, comprese le festività, le giornate non lavorative, i prefestivi e i week-end. 

La più importante novità introdotta dal messaggio numero 1399 dell’INPS riguarda la fascia oraria di reperibilità dei dipendenti statali. Essi infatti sono tenuti – per tutta la durata del periodo di malattia – a presenziare, al domicilio indicato sulla documentazione medica inviata all’INPS, nella fascia oraria che va dalle ore 9:00 alle ore 13:00 e dalle ore 15:00 alle ore 18:00.

Per quanto riguarda, invece, i dipendenti del settore privato la fascia oraria, prevista per la reperibilità, è leggermente più stretta, infatti essa va dalle ore 10:00 alle ore 12:00 e dalle ore 17:00 alle ore 19:00.

A partire dal 2018 i controlli per le assenza per malattia vengono effettuati dal Polo Unico INPS sia per i dipendenti statali che privata, eccezion fatta per i lavoratori impiegati nelle Forze dell’Ordine.

Redazione Partitaivaonline
info@commercialista24ore.com

Dalla redazione del portale partitaivaonline.com, formato da dottori commercialisti ed esperti nel settore fiscale

No Comments

Post A Comment

Share with your friends










Inviare