Negozio online

Con l’avvento di internet e di siti come Ebay, è cresciuto esponenzialmente negli ultimi anni il sistema delle vendite a distanza, denominato appunto e-commerce ,commercio elettronico o più comunemente negozio online.

Non esiste una normativa specifica in Italia riguardante il commercio elettronico, che viene equiparato alle “vendite per corrispondenza”.

L’avvio di un negozio on-line è quindi simile all’avvio di imprese commerciali, seguendo il genere di prodotto/i (e quindi i requisiti e le autorizzazioni) che verrà commercializzato/i: avremo quindi e-commerce di natura alimentare e non alimentare come distinzione principale.

COSTITUZIONE

Non vi sono particolari formalità previste per la costituzione (nel caso di ditta individuale), a meno che la forma prevista sia quella societaria.

INIZIO ATTIVITA’

– Apertura partita iva;

– Iscrizione INPS commercianti;

– Iscrizione in Camera di Commercio

– Comunicazione al SUAP con SCIA;

Il tutto viene effettuato con la cosiddetta “Comunicazione Unica” da inviare in Camera di Commercio, che contestualmente effettua le iscrizioni previste e la SCIA al Comune di pertinenza.

REGIMI ED OBBLIGHI CONTABILI

– Regime semplificato (Gestione IVA);

– Regime dei minimi (Nessuna gestione IVA);

– Regime ordinario (Gestione IVA, Gestione prima nota cassa).

Nel caso di cessione di prodotti “fisici” (commercio elettronico indiretto) non vi è obbligo di emissione di fattura se non richiesta) e nemmeno di certificazione dei corrispettivi tramite scontrino fiscale, gli incassi devono però essere registrati in un apposito registro dei corrispettivi.

In caso di vendita di prodotti “digitali” (es.ebook) è invece obbligatoria l’emissione di fattura, essendo la cessione di tali prodotti equiparata a prestazione di servizi.

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA

– Documento di riconoscimento;

– Codice fiscale/Tessera sanitaria;

– Procura per ComUnica (il documento viene fornito da noi);

– Procura per SCIA  (eventuale/il documento viene fornito da noi);

COSTI (Diritti, bolli, spese e costi fissi escluse nostre competenze)

Diritto camerale primo anno < 88,00 € (importo base) variabile fino a + 20%>;

Diritti e spese camerali prima iscrizione < 18,00 € + 17,50 €>;

INPS gestione commercianti < 3.500,00 € circa per anno, divisi in 4 rate>;

Imposte < importo variabile in base al regime scelto e al reddito>.

N.B.: le procedure ed i costi descritti possono essere soggetti a variazioni in base al genere di attività intrapresa.