Imprese commerciali (non alimentari)

Le imprese vengono definite commerciali a norma dell’art.2195 quando esercitano attività industriale diretta alla produzione di beni e servizi, attività intermediaria nella circolazione dei beni, attività di trasporto… esse inoltre devono essere iscritte obbligatoriamente presso il registro delle imprese in modo da adempiere agli obblighi pubblicitari previsti dal codice civile.

Possiamo quindi operare in via preliminare una macro-distinzione tra imprese commerciali che operano nel settore alimentare, ed imprese commerciali che operano nel settore non alimentare: è il caso ad esempio dei classici negozi (di elettronica, casalinghi, abiti….) che troviamo dislocati nelle nostre città.

L’avvio di tali imprese è soggetto anch’esso a determinate autorizzazioni, che però prescindono (il più delle volte) dai  parametri di carattere prevalentemente sanitario richiesti per le imprese la cui attività è rivolta al settore alimentare.

COSTITUZIONE

Non vi sono particolari formalità previste per la costituzione (nel caso di ditta individuale), a meno che la forma prevista sia quella societaria.

INIZIO ATTIVITA’

– Apertura partita iva;

– Iscrizione INPS commercianti;

– Iscrizione in Camera di Commercio

– Comunicazione al SUAP con SCIA;

Il tutto viene effettuato con la cosiddetta “Comunicazione Unica” da inviare in Camera di Commercio, che contestualmente effettua le iscrizioni previste e la SCIA al Comune di pertinenza.

REGIMI ED OBBLIGHI CONTABILI

– Regime semplificato (Gestione IVA);

– Regime dei minimi (Nessuna gestione IVA);

– Regime ordinario (Gestione IVA, Gestione prima nota cassa).

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA

– Documento di riconoscimento;

– Codice fiscale/Tessera sanitaria;

– Procura per ComUnica (il documento viene fornito da noi);

– Procura per SCIA  (il documento viene fornito da noi);

COSTI (Diritti, bolli, spese e costi fissi escluse nostre competenze)

– Diritto camerale primo anno < 88,00 € (importo base) variabile fino a + 20%>;

– Diritti e spese camerali prima iscrizione < 18,00 € + 17,50 €>;

– INPS gestione commercianti < 3.500,00 € circa per anno, divisi in 4 rate>;

– Imposte < importo variabile in base al regime scelto e al reddito>.