Contributo Enasarco 2018: cos’è e come pagarlo

Contributo Enasarco 2018

27 Mar Contributo Enasarco 2018: cos’è e come pagarlo

Contributo Enasarco: di cosa si tratta

Enasarco è l’Ente Nazionale di Assistenza per gli Agenti e i Rappresentanti di Commercio, nato nel 1938 e divenuto fondazione nel 1996. Gli Agenti e i Rappresentanti di Commercio sono obbligati all’iscrizione all’Inps e all’Ensarco che rappresenta, di fatto, una pensione private ed integrativa.

Gli agenti e rappresentanti, che operano in Italia, sono tenuti al versamento di un contributo all’Ensarco calcolato su tutte le somme della propria attività: provvigioni, rimborso spese, premi produttivi ed indennità di mancato preavviso. È l’azienda mandante a farsi carico del versamento e non l’agente o il rappresentante.

Calcolo del contributo Enasarco 2018

Il contributo di ogni singolo agente, o rappresentante, viene determinato applicando una aliquota contributiva. Nel calcolo, è necessario tener conto dei limiti minimi dei contributi, e dei limiti massimi dei redditi, entro cui l’aliquota può essere applicata.

Le aliquote variano annualmente: lo scorso anno era fissata al 15,55%, mentre per il 2018 è salita al 16% (di cui il 3% a titolo di solidarietà). Il contributo è per il 50% a carico della ditta mandante, e per il restante 50% a carico dell’agente o del rappresentante (sotto forma di trattenuta da indicare nella fattura delle provvigioni).

Per l’anno 2018, sono cambiati anche gli importi dei minimali contributivi e dei massimali provvisionali: 

  • Per l’agente o rappresentante plurimandatario: 1) Massimale annuo per ogni rapporto di agenzia è pari a € 25.275,00 (a cui è corrisposto un contributo massimo di € 4.4044,00); 2) Minimale contributivo annuo per ogni rapporto di agenzia è € 423,00.
  • Per l’agente o rappresentante monomandatario: 1) Massimale annuo per ogni rapporto di agenzia è pari a € 37.913,00 (a cui è corrisposto un contributo massimo di € 6.066,08); 2) Minimale contributivo annuo per ogni rapporto di agenzia è € 846,00.

Contributo Enasarco: il dettaglio delle aliquote 2018

L’aliquota del 16% dell’anno 2018 è:

  • 8% a carico del preponente;
  • 8% a carico del rappresentante o agente.

Per l’applicazione dell’aliquota contributiva si utilizza il criterio della competenza. A titolo di esempio, se una fattura per provvigioni viene emessa nel 2018, ma riferita alle provvigioni maturate nell’anno 2017, il calcolo del contributo Ensarco va fatto utilizzando l’aliquota contributiva dell’anno 2017.

Contributo Enasarco: le scadenze

Le scadenze per il versamento trimestrale del contributo Enasarco 2018 sono le seguenti:

  • Versamento relativo al primo semestre 2018, scadenza del pagamento 20 maggio 2018;
  • Versamento relativo al secondo semestre 2018, scadenza del pagamento 20 agosto 2018;
  • Versamento relativo al terzo semestre 2018, scadenza del pagamento 20 novembre 2018;
  • Versamento relativo al quarto semestre 2018, scadenza del pagamento 20 febbraio 2019.

 

Nel caso in cui il termine di pagamento fissato è un sabato, una domenica o un giorno festivo, il predetto termine è prorogato al primo giorno lavorativo successivo.

Redazione Partitaivaonline
info@commercialista24ore.com

Dalla redazione del portale partitaivaonline.com, formato da dottori commercialisti ed esperti nel settore fiscale

No Comments

Post A Comment

Share with your friends










Inviare