Aliquota IVA all’11% e 22% e aliquota IRPEF al 22% e 26% dal 2013

Irpef-e-Iva-la-legge-di-stabilita-populista-di-Monti_h_partb

11 ott Aliquota IVA all’11% e 22% e aliquota IRPEF al 22% e 26% dal 2013

Era stata già annunciata con la spending review e adesso è diventata “realtà” la nuova modifica delle aliquote IVA. La programmazione precedente prevedeva un aumento dell’aliquota dal 21% al 23%, e dell’aliquota del 10% (prevista solitamente per i ristoranti, alcune attività di trasporto, alcune derrate, alcuni casi di edilizia) al 12%.

Nell’ambito della nuova legge di stabilità 2013/2015, approvata con decreto dal consiglio dei ministri il 9 ottobre 2012, sono state introdotte le nuove aliquote che, fortunatamente, sono state ridotte rispetto alle previsioni: dal 2013 infatti si vedrà un aumento dell’aliquota IVA del 21% al 22% e l’aliquota IVA del 10% all’11% in luogo del 12%. Le variazioni sono state imposte in nome del “fantomatico” pareggio di bilancio.

Accanto all’aumento dell’imposta sui consumi (anche se ci sarebbe un libro da scrivere con riferimento all’aumento delle imposte sui consumi in un periodo di crisi come quello in cui viviamo), è stato anche prevista dal 2013 una riduzione di alcune aliquote IRPEF, ovvero quelle proprie dei ceti “più deboli”, ovvero le aliquote del 23% e del 27% (quindi quelle relative ai primi due scaglioni di reddito): per tali aliquote è stata infatti prevista una diminuzione dal 23% al 22% e dal 27% al 26%.

Sono state previste inoltre con la legge di stabilità 2013/2015 alcune variazioni per i redditi superiori a 15.000 euro ed in particolare:

  • introduzione di una franchigia di 250 euro per alcune detrazioni e deduzioni ai fini IRPEF;
  • per alcune detrazioni è stato previsto un limite massimo di 3.000 euro;
  • è stato previsto l’assoggettamento a IRPEF delle pensioni di guerra e di invalidità.

Riusciranno tutte queste variazioni e modifiche a far uscire il paese dalla crisi e raggiungere il tanto agognato pareggio di bilancio? Ai posteri l’ardua sentenza.

Dott.Rosario Emmi

Giovanni Emmi
emmi.rosario@gmail.com

Giovanni Emmi, Dottore Commercialista iscritto all'Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Catania, è il titolare dello Studio Emmi. Collaborano con lo studio diverse figure professionali del settore contabile e della consulenza del lavoro, legale, tecnico, finanziario e creditizio.

No Comments

Post A Comment
Share with your friends










Inviare